Guida completa per imparare come coprire le occhiaie in maniera efficacie

Articolo scritto dallo Staff di Occhiaie Rimedi Pubblicato in data: 23 febbraio 2018
Aggiornato in data: 23 febbraio 2018

Quando passiamo una notte insonne oppure stiamo trascorrendo un periodo di forte stress, sotto i nostri occhi appaiono degli aloni scuri che tolgono luminosità allo sguardo: le occhiaie. Questi inestetismi principalmente sono dovuti alla fragilità capillare congenita data da fattori ereditari, esposizione intensa alla luce del sole, lavaggi con acqua troppo calda, cattiva alimentazione, tabagismo oppure semplicemente dalla discesa della palpebra inferiore provocata dall’invecchiamento.

Cominciamo con i rimedi naturali

Non è facile combattere le occhiaie ma, appena ci accorgiamo che la nostra pelle sotto gli occhi diventa fragile e sottile è bene cominciare fin da subito ad adottare pochi ma efficaci metodi naturali per schiarire le occhiaie e facilitarne l’eliminazione.

  • Un massaggio quotidiano che consiste nel premere leggermente la palpebra inferiore con l’indice dall’esterno verso l’interno aiutando così a migliorare la circolazione sanguigna;
  • L’uso di bustine di tè verde ricche di antiossidanti. Dopo aver usato il tè fare raffreddare due bustine e applicarle sugli occhi per almeno cinque minuti. Anche la camomilla, pianta dalle proprietà lenitive, si presta a questo scopo: faremo raffreddare le bustine usate nel frigorifero per almeno una mezz’ora prima di posizionarle sugli occhi;
  • L’acqua di fiordaliso fredda spruzzata su due dischetti di cotone posizionati sui bulbi oculari, per il suo potere decongestionante risulterà un toccasana per una notte tranquilla e rilassante di almeno otto ore se applicata la sera prima di coricarsi;
  • La preparazione di un infuso di camomilla, menta e maggiorana. Una volta raffreddato ed applicato con due dischetti di cotone sugli occhi per una mezz’oretta, oltre ad essere un momento di relax aiuta a decongestionare gli occhi e rendere la pelle intorno ad essi più chiara;
  • Una maschera di aloe vera composta dal gel della pianta usata come impacco sugli occhi per 15 minuti, è un ottimo rimedio per dire addio a questi fastidiosi aloni che oscurano il nostro sguardo;
  • Usare degli sbiancanti naturali per rimuovere la pigmentazione sfruttando i vantaggi del succo di patate o di cetriolo, mentre le rondelle intere di entrambi daranno benefici più immediati;
  • Realizzare un impasto di miele con una cucchiaiata di latte in polvere e applicarlo sulla zona lasciandolo agire per 15 minuti per poi sciacquarlo con acqua tiepida, è uno dei tanti rimedi da adottare.

Per quanto riguarda le occhiaie ereditarie esistono anche alcuni trattamenti medici tra cui il peeling chimico che esfolia la pelle scura, il laser, il trattamento IPL (luce pulsata) ed anche la blefaroplastica, metodo chirurgico eseguito in anestesia locale che corregge l’aspetto delle palpebre.come-coprire-le-occhiaie

Le occhiaie possono essere mascherate con i tanti correttori che esistono in commercio scelti in base al colore della nostra carnagione: in una tonalità color carne che si avvicini il più possibile al nostro colorito se le ombre scure sono appena accentuate ma, se le occhiaie sono più marcate, bisogna optare per quelli più intensi come gli aranciati (con occhiaie che tendono al bluastro) i gialli (se le medesime vanno più verso il violaceo), lilla (occhiaie marroni), pesca (occhiaie blu/viola).

Come coprire le occhiaie

  • Bisogna preparare la pelle prima di applicare il correttore lavandola con un detergente delicato e massaggiare la zona da trattare con una crema nutriente a base di vitamina K e retinolo (la ricerca ha dimostrato che questi elementi aiutano a sgonfiare le occhiaie e ristabilire il colore naturale della pelle).
  • Con l’apposito pennellino applicare il correttore a piccoli punti partendo dall’interno dell’occhio verso l’esterno e continuare l’operazione sia sulla palpebra superiore che su quella inferiore.
  • A questo punto, aiutati dal polpastrello, sfumare il prodotto cercando di rimanere nei contorni della correzione per non creare antiestetici aloni.  Infine passare il fondotinta anche sul correttore sfumandolo molto bene ed applicare una cipria fissante luminosa. Dobbiamo prestare attenzione a non strofinare mai il correttore intorno agli occhi perché la pelle in questa zona è molto delicata e, se avremo l’accortezza di stenderlo fino al ponte del naso, questo piccolo accorgimento ci aiuterà a non avere un aspetto assonnato.

Un buon trucco può fare miracoli ma, se notiamo che le occhiaie si vedono comunque anche dopo averle trattate con tutti gli accorgimenti elencati, si potrà compensare utilizzando un buon blush sulle guance e sugli zigomi oppure spostare l’attenzione sulle labbra che saranno trattate con un rossetto dai colori accesi.

Scegliere il correttore adatto

Molte donne sono convinte di avere delle occhiaie marcate e usano un correttore sbagliato con una colorazione poco luminosa che tende ad andare sul grigio mentre basterebbe applicare una pigmentazione tono su tono. Altre invece, con un’occhiaia più marcata, devono evitare di usare colorazioni troppo chiare ma scegliere un correttore leggermente più scuro dell’incarnato.

Una parola va spesa per il correttore arancio che, a sentire anche i più esperti professionisti, sembra sia il rimedio più adatto per nascondere le occhiaie. L’arancio, sebbene carico e brillante, copre l’occhiaia ma stacca troppo dall’incarnato naturale e per coprirlo ci vogliono strati importanti di fondotinta che nella zona sotto gli occhi non è certo il massimo perciò, per un uso corretto, va prelevato a piccole dosi e mescolato sempre ad un correttore beige.guida-contro-le-occhiaie

Molto spesso, nel tentativo di coprire con il trucco questi aloni scuri, si peggiora la situazione e perciò si deve stare attenti a non fissare il correttore in modo esagerato poiché, essendo un cosmetico che tende a “sciogliersi” rischia di accentuare l’imperfezione. Per prima cosa, per ovviare a questo sgradevole inconveniente, fissare il correttore con un velo di cipria in modo da far assorbire l’eccesso di prodotto oppure ricorrere ad un primer cremoso (base per la pelle) da stendere sia sulla palpebra superiore che su quella inferiore e nella zona occhiaie.

Che primer scegliere?

Per quanto riguarda le basi per il trucco chiamate primer il riferimento  non è casuale perché, se usate in modo appropriato, servono a togliere le imperfezioni della pelle ed i visagisti professionali le usano per realizzare make up perfetti. Questi prodotti si usano sulla pelle pulita prima di passare al trucco  e servono a rendere uniforme il colorito e spesso non serve neanche usare il correttore successivamente ma è sufficiente applicare il fondotinta ed il trucco risulterà perfetto. Ne esistono di diversi tipi: cremose, in gel, fluide, in polvere o con microsfere.

Inutile negarlo, le occhiaie sono un problema che affligge e non perdona quasi tutte le donne che siano bionde, brune, alte, basse ma, per fortuna, oggi esistono in commercio tantissimi prodotti che aiutano a farle scomparire per rendere il nostro sguardo più luminoso e giovanile.